Verso la Carta della Sostenibilità, la Dichiarazione di Berlino di Avec

AVEC con i suoi membri, le associazioni nazionali del mondo avicolo, si è impegnata a sviluppare e promuovere una Carta della Sostenibilità che sarà presentata all’inizio del 2022: la carta mirerà a trovare il miglior equilibrio tra i tre pilastri della sostenibilità – ambientale, sociale ed economica – in coerenza con gli obiettivi del Green Deal europeo e della strategia Farm to Fork.

AVEC ha avviato una riflessione per affrontare le sfide per il nostro pianeta che non possono essere affrontate da soli, ma necessitano di un approccio comune. Per questo, tutti gli stakeholders della catena di produzione – rappresentanti del mondo degli allevamenti, rappresentanti degli agricoltori, aziende di trasformazione, accademici e scienziati – stanno contribuendo a questo processo.

Con la Dichiarazione di Berlino (segue il testo tradotto in italiano)  – siglata il 10 settembre nel corso della 63° Assemblea Generale di AVEC – il settore avicolo europeo si è dunque impegnato per un futuro sostenibile:

 

Il nostro punto di vista

Il settore avicolo europeo è un settore ad alte prestazioni, all’avanguardia e sostenibile che contribuisce in modo significativo a una dieta equilibrata e sana per le persone in Europa e nel mondo. Produciamo carni avicole di alta qualità dal pollo al tacchino all’anatra e a tutte le altre specie.

Il nostro settore è un asset strategico nel sistema alimentare dell’Ue – con un valore della produzione totale di 38 miliardi di euro, con esportazioni che valgono più di 2 miliardi di eruo all’anno, fornendo occupazione diretta a oltre 370.000 persone. In 25.000 imprese familiari in tutta Europa, polli e tacchini vengono allevati secondo standard elevati.

In Europa la produzione convenzionale di carne avicola rappresenta l’80% del mercato. Grazie a processi di produzione altamente efficienti, è necessaria solo una quantità minima di risorse naturali per generare una fonte proteica di grande valore per la dieta umana.

L’implementazione di standard di benessere più elevati per i nostri animali fa parte del nostro DNA e siamo orgogliosi di essere i leader mondiali in questo ambito. Fondamentale sia per il benessere animale che per l’elevata qualità del prodotto è la vasta esperienza dei nostri professionisti altamente qualificati che possono vantare anni di esperienza nel nostro settore.

Lo sviluppo è la nostra mission

Siamo un settore all’avanguardia e impegnato, che lavora costantemente allo sviluppo dei processi lungo l’intera catena di produzione. In quanto settore integrato, lavoriamo a stretto contatto e traiamo vantaggio dallo scambio di conoscenze a tutti i livelli.

Siamo consapevoli che la società e le istituzioni nell’Unione europea sono impegnate in un’intensa discussione sul futuro dell’allevamento. Ci consideriamo parte attiva in questa discussione e un partner affidabile con il quale dialogare. Sosteniamo un dialogo aperto, ricettivo e costruttivo con le istituzioni dell’Ue, con i rappresentanti politici e con le parti interessate, cercando di trovare insieme nuove soluzioni.

Contesto

Per garantire una transizione equa verso una produzione avicola europea sempre più sostenibile, è necessario che le autorità dell’Ue garantiscano e impongano condizioni di parità con i partner commerciali internazionali e richiedano gli stessi standard e le stesse regole anche per le carni avicole importate da Paesi terzi.

Nel contesto del Green Deal europeo e della strategia Farm to Fork con cui i 27 Stati membri dell’Ue si sono impegnati a trasformare l’Unione europea nel primo continente climaticamente neutro entro il 2050, il settore avicolo europeo vuole contribuire quindi a un mondo più sostenibile.

 

Berlino, 10 settembre 2021

Firmato dal Presidente AVEC

Paul Lopez

Vice Presidenti AVEC

Frans-Josef Rothkötter, Gert-Jan Oplaat, Dariusz Goszczyński, Mario Veronesi

Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI
close-link
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER