Polizze assicurative per i costi di smaltimento carcasse animali

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 166 del 19 luglio 2018 è stato pubblicato il Decreto del MIPAAF 30 maggio 2018 recante “Modalità attuative e invito a presentare proposte – Campagna assicurativa 2015, 2016 e 2017 – Polizze a copertura dei rischi sulle strutture aziendali e dei costi di smaltimento delle carcasse animali e, per la sola annualità 2017, polizze sperimentali sui ricavi”.

Il presente decreto disciplina l’attuazione delle misure di cui al capo I del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e successive
modificazioni ed integrazioni, individuando i termini, le modalità e le procedure di erogazione del contributo sui premi assicurativi in conformità alle disposizioni di cui al decreto n. 15757 del 24 luglio 2015, al decreto ministeriale n. 10405 del 23 marzo 2017 e al decreto ministeriale 12 gennaio 2015, n. 162, e successive modificazioni ed integrazioni, nonché ai dettami dei Piani assicurativi agricoli nazionali relativi alle annualità 2015, 2016 e 2017.

Sono ammissibili esclusivamente: imprenditori agricoli ai sensi dell’art. 2135 del codice civile, iscritti nel registro delle imprese o nell’anagrafe delle imprese agricole istituita dalla Provincia autonoma di Bolzano, e i  titolari di Fascicolo aziendale ai sensi del decreto
ministeriale 12 gennaio 2015, n. 162.

Gli interventi ammissibili sono esclusivamente quelli relativi alla stipula di una polizza o, nel caso di polizze collettive, di un certificato di polizza di assicurazione agevolata a copertura dei rischi sulle strutture aziendali e dei costi di smaltimento delle carcasse animali e, per la sola annualità 2017, quelli relativi alla stipula di polizze ricavo.

La sottoscrizione delle polizze assicurative agevolate è volontaria e può avvenire in forma collettiva o individuale. Possono deliberare di far ricorso a forme assicurative collettive i consorzi di difesa, nonché le cooperative agricole e loro consorzi.

Tutte le domande di aiuto presentate sono sottoposte a controlli di ricevibilità e di ammissibilità, effettuati da Agea, atti a verificare il possesso dei requisiti necessari per la concessione ed erogazione del contributo.

Per l’attuazione del presente decreto è assegnato un importo complessivo di risorse in termini di spesa pubblica pari ad 16.974.237,77 Euro.