Piano nazionale alimentazione animale, promossi i mangimi negli allevamenti

Nel 2017 in Italia sono state portate a termine 26.174 ispezioni presso gli operatori del settore dei mangimi e sono stati prelevati 10.907 campioni ufficiali di mangimi, a fronte dei 10.794 programmati. I dati rivelano, nel complesso, una sostanziale rispondenza dei mangimi alla normativa con il 99,06% del totale risultato conforme alle analisi di laboratorio.Sono stati riscontrati 887 casi di non conformità strutturali degli impianti o manageriali, ovvero nella gestione delle attività a riprova di una reale e comprovata efficacia dell’attività di controllo. Rispetto ai 10.907 campioni ufficiali sono, invece, 103 le non conformità rilevate all’analisi, pari allo 0,94% del totale. 

Sono questi i dati principali resi pubblici dal Ministero della Salute, Ufficio 7 della Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari, che come ogni anno, provvede ad emanare il rapporto sui controlli ufficiali in alimentazione animale effettuati in Italia nell’anno 2017 sulla filiera dei mangimi previsti dal Piano Nazionale Alimentazione Animale (PNAA). Il rapporto è scaricabile qui.

Il rapporto si propone di rendere pubblici gli esiti dei controlli ufficiali effettuati nel 2017, secondo anno di applicazione del Piano, valevole per gli anni 2015 – 2016 – 2017, che ha come obiettivo primario quello di assicurare i controlli ufficiali nella filiera dei mangimi eseguiti dai Servizi veterinari delle Asl sotto la supervisione dei Servizi veterinari regionali. La stessa attività di controllo sui mangimi importati da paesi terzi o in arrivo dai Paesi dell’Unione è effettuata rispettivamente dai Posti di ispezione frontaliera (PIF) e dagli Uffici veterinari per gli adempimenti comunitari (UVAC).

 

Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI
close-link
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER