Covid-19, in Germania vietati i subappalti nei macelli dal 2021

A seguito dei focolai di Covid-19 che si sono verificati in alcuni macelli in Germania, il governo tedesco, guidato da Angela Merkel, ha varato norme più severe a tutela delle condizioni di lavoro nell’intero settore della lavorazione della carne, vietando il subappalto delle operazioni di somministrazione di manodopera e aumentando l’importo delle sanzioni e il numero delle ispezioni. La decisione è stata presa dal Consiglio del ministri tedesco e le nuove disposizioni dovrebbero essere operative dal 2021.

In Italia la situazione è completamente diversa, come ha spiegato alla stampa Stefano Mantegazza, segretario generale di Uila (Unione Italiana dei lavoratori agroalimentari). “I mattatoi italiani sono più sicuri rispetto a quelli esteri“ ha spiegato “tutto il settore ha risposto molto positivamente alla pandemia e può essere considerato un esempio per l’Italia che riparte su come coniugare insieme lavoro, flessibilità organizzativa, garanzie di sicurezza e tutela della salute. Negli Usa hanno chiuso tantissimi macelli  e ucciso animali. Qui in Italia non si è verificato un caso simile, non solo nella filiera delle carni ma in assoluto in tutto il settore alimentare”.

Foto credit: Angsar Scheffold su Unplash

Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI
close-link
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER