Aumentano di nuovo le esportazioni brasiliane di pollo

Secondo quanto riferito dall’Associazione brasiliana di proteine animali (ABPA), a luglio le esportazioni brasiliane di carne di pollo (prodotti freschi e lavorati) sono state pari a 463.100 tonnellate vale a dire il 20,6% in più rispetto alle 384.000 tonnellate esportate nello stesso mese del 2017. Si tratta del più grande flusso mensile di esportazioni registrato nella storia del settore.

Il balzo delle esportazioni ha generato entrate per 711,6 milioni di dollari, una performance del 15,7% superiore a quella raggiunta nel luglio dello scorso anno, pari a 614,8 milioni di dollari.

Questo risultato record è la diretta conseguenza del ripristino dei normali traffici dopo la fine degli scioperi dei camionisti, e della normalizzazione del flusso di dati nel nuovo sistema di raccolta MDIC. Allo stesso tempo, mostra una risposta rapida dal settore al sostegno del governo, sostegno ricevuto per fronteggiare gli impatti dello sciopero degli autotrasportatori” ha dichiarato Francisco Turra, presidente di ABPA.

Grazie al livello significativamente alto delle esportazioni registrate a luglio, il saldo delle spedizioni 2018 ha ridotto le perdite rispetto all’anno precedente. Tra gennaio e luglio di quest’anno, sono state esportate 2,3 milioni di tonnellate di pollo, l’8,2% in meno rispetto ai 2,5 milioni di tonnellate raggiunte nei primi sette mesi del 2017. Fino a questo momento i ricavi delle vendite all’estero ammontano a 3.675 milioni di dollari, il 12,4% in meno rispetto ai 4.197 milioni di dollari dello stesso periodo del 2017.

Fonte Industria Avìcola