Assemblea generale Avec a Budapest: “Chiediamo sostegno per il comparto avicolo europeo”

Fondi per sostenere la competitività del settore avicolo europeo, aiuti per facilitare l’accesso al mercato cinese, controlli approfonditi sulle carni bianche provenienti dai Paesi terzi ed etichettatura all’origine di tutti i prodotti avicoli, anche nei ristoranti. Sono questi i quattro impegni che Paul Lopez, Presidente di Avec, ha indirizzato alla Commissione Europea nel corso dell’Assemblea generale dell’associazione che si è tenuta a Budapest il 4 ottobre. Il tema dell’Assemblea 2019 – che ha riunito nella capitale ungherese più di 200 delegati da tutta Europa in rappresentanza di tutti gli anelli della filiera avicola europea – è stato “Food for Future”. Al meeting ha partecipato una folta delegazione di Unaitalia guidata dal Presidente Antonio Forlini. 

L’Assemblea è stata aperta dal caloroso benvenuto di Istvan Nagy, Ministro dell’Agricoltura ungherese che si è detto pienamente consapevole dell’importanza e delle sfide del settore avicolo europeo. Il Presidente Paul Lopez si è concentrato, in particolare, sulle sfide da affrontare nell’ambito del commercio internazionale. In primo luogo la concessione di una quota enorme di 180.000 tonnellate di pollame ai paesi del Mercosur, nell’ambito dell’accordo che è stato chiuso il 29 giugno scorso. Accordo che mette a rischio il settore avicolo europeo dato che la quota accordata è il doppio rispetto all’importo con gli Stati membri dell’UE nelle negoziazioni di fine 2017. In secondo luogo, Lopez ha sollevato la questione Ucraina, con l’aggiramento degli accordi commerciali che ha permesso alle società ucraine di esportare in Unione europea una quantità molto più elevata rispetto a quanto previsto. Situazione paradossale che è stata poi ‘chiusa’ dall’Unione europea con un accordo che ha finito per premiare l’industria l’Ucraina, concedendo ai produttori 50mila tonnellate extra di export verso l’Ue. Infine, Lopez ha ricordato le enormi incertezze che influenzeranno il mercato delle carni bianche in vista della Brexit: il Regno Unito è uno dei maggiori importatori e consumatori di carne di pollame in Europa e un’uscita senza accordo rischia di avere conseguenze significative sul settore.

Tra gli altri speaker dell’Assemblea anche Eric Thévenard, rappresentante della Direzione Salute e Sicurezza alimentare della Commissione Europea che ha presentato lo studio Delivering on EU Food Safety and Nutrition in 2050, le cui conclusioni presentano la necessità che il quadro legislativo europeo in ambito di salute e sicurezza alimentare sia ulteriormente rafforzato in vista delle sfide future che si preparano all’orizzonte.

In occasione dell’Assemblea è stato infine diffuso e lanciato l’Annual Report 2019 di Avec che è scaricabile a questo indirizzo https://www.avec-poultry.eu/resources/annual-reports.

 

Iscriviti alla newsletter
ISCRIVITI
close-link
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER