Video della Regione Emilia Romagna sul benessere degli animali

Per spiegare requisiti e regole da rispettare nell’allevamento del suino, in merito al benessere animale, uno dei settori più importanti in Emilia-Romagna, che conta 4.000 allevamenti e 1,1 milione di animali, con evidenti risvolti in campo agroalimentare, la Regione Emilia-Romagna (area sanità veterinaria del Servizio prevenzione collettiva e sanità pubblica) ha realizzato un video che mette al centro questo aspetto dell’allevamento e la sua gestione nel complesso, in particolare negli allevamenti intensivi.

Due medici veterinari dell’Azienda Usl di Modena e un allevatore spiegano cosa deve essere fatto rispetto a: dimensione e pulizia degli spazi, alimentazione, disponibilità d’acqua, luce, numero di animali per metro quadro, organizzazione dei gruppi in modo omogeneo per garantire la migliore convivenza.

Vogliamo spiegare, nel modo più obiettivo possibile, cosa deve essere fatto negli allevamenti per tutelare il benessere animale. Abbiamo realizzato un video rigorosamente improntato alla normativa europea e nazionale, che cerchiamo di proporre in un modo divulgativo, per rivolgerci a tutti, non solo agli addetti ai lavori. Ci è sembrata una cosa utile, come Regione non avevamo ancora realizzato uno strumento di questo tipo. L’idea ora è di proseguire e affrontare altri specifici aspetti di tutte le filiere animali della nostra regione” spiega Giuseppe Diegoli, responsabile dell’area sanità veterinaria della Regione.

Nel video vengono affrontati anche aspetti delicati e complessi nella gestione degli allevamenti suini: per esempio, le problematiche relative al taglio della coda (che dev’essere praticato in via eccezionale) e sull’uso del materiale di arricchimento. Si tratta di materiale che viene messo a disposizione dei suini per assecondare le loro esigenze di esplorazione e che può prevenire il rischio di lotte individuali (un aspetto, questo, che può danneggiare gravemente il benessere degli animali, con danni importanti anche dal punto di vista economico).

Il benessere animale è strettamente collegato alla sicurezza alimentare e agisce sulla qualità dei cibi prodotti, elemento fondamentale per una regione come l’Emilia-Romagna che produce salumi e insaccati di grande qualità. Ma il benessere animale è anche un diritto dell’animale stesso, riconosciuto nella normativa sia europea che italiana. Come spiegano Delio Saltini e Luca Ferri, medici veterinari dell’Azienda Usl di Modena: “La ricerca scientifica ha stabilito cinque libertà fondamentali per gli animali: libertà dalla fame, dalla sete, dalla malnutrizione; dalle sofferenze, dalle ferite, dalle malattie; dalla paura, dallo stress; dai disagi determinati dall’ambiente in cui vive. E, non meno importante, la libertà di manifestare il comportamento tipico della specie”.

Fonte alimenti-salute.it