Valutazione dei criteri di elencazione e classificazione dell’influenza aviaria a bassa patogenicità

Sulla base dei criteri stabiliti dalla legge sulla salute degli animali (AHL), in particolare i criteri dell’articolo 7 sul profilo e gli impatti delle malattie, l’articolo 5 sull’ammissibilità dell’LPAI, l’articolo 9 relativo alla Categorizzazione della LPAI secondo le regole di prevenzione e di controllo delle malattie di cui all’allegato IV e all’articolo 8 dell’elenco delle specie animali relative all’ATPI, l’Efsa ha effettuato una valutazione dei criteri di elencazione e classificazione dell’influenza aviaria a bassa patogenicità (LPAI).

La valutazione è stata eseguita sulla base di una metodologia composta dalla raccolta e dalla compilazione di schede informative, valutazione di esperti su ogni criterio individuale o, se non è stato raggiunto un consenso comune, a livello collettivo. Il risultato del lavoro è composto dalle risposte per singola categoria e, per le domande che non hanno raggiunto un consenso condiviso, vengono riportate le singole opinioni sostenute. I dettagli sulla metodologia utilizzata per questa valutazione sono illustrati in un parere distinto. Secondo la valutazione effettuata, l’LPAI può essere considerata idonea ad essere elencata per l’intervento dell’Unione, come stabilito dall’articolo 5, paragrafo 3, dell’AHL.

La malattia sarebbe conforme ai criteri di cui alle sezioni 3 e 5 dell’allegato IV dell’AHL per l’applicazione delle norme di prevenzione e di controllo stabilite dall’articolo 9, paragrafo 1, lettere c) ed e). Le specie animali cui fare riferimento per l’LPAI, ai sensi dei criteri stabiliti dall’articolo 8, paragrafo 3, sono tutte le specie di pollame domestico e selvatico, in particolare Anseriformes e Charadriiformes, come indicato nel presente parere.

Fonte Efsa