Valore record per le esportazioni agroalimentari dell’Unione europea

Secondo l’ultimo rapporto commerciale sul settore agroalimentare pubblicato dalla Commissione europea, a marzo le esportazioni agroalimentari dell’UE hanno raggiunto un valore record di quasi 12,7 miliardi di euro. Si tratta di un aumento di 1,31 miliardi di euro (+ 11,3%) rispetto lo stesso mese del 2016, e del più alto valore mensile di esportazione visto negli ultimi cinque anni.

I maggiori aumenti valoriali sono stati registrati grazie a USA (+1,4 miliardi di euro + 7%), Giappone (+0,6 miliardi di euro), Russia, Cina (+0,9 miliardi + + 8,3%) e Svizzera. I valori annuali di esportazione sono invece scesi per le destinazioni del Nord Africa e del Medio Oriente, come l’Egitto (-442 milioni di euro, -22%), l’Algeria (-423 milioni di euro; -14%) e l’Arabia Saudita (-340 milioni; %), in particolare a causa della riduzione dei valori di grano e di altre esportazioni di cereali.

In generale, tuttavia, grazie al forte aumento delle esportazioni, il saldo commerciale di marzo 2017 è stato pari a 1,8 miliardi di euro.

Le esportazioni di carne di maiale hanno fatto registrare ottime performance, confermando la tendenza negli ultimi tempi, con +1,35 miliardi di euro, + 32% rispetto ai valori dell’esportazione nel periodo di 12 mesi dell’anno precedente.  In genere è aumentato tutto il settore della carne, altra carne e grassi (+596 milioni di euro, + 25%), ma anche i prodotti alimentari per l’infanzia (+570 milioni di euro + 9%), vino (+545 milioni di euro + 5%) e olio d’oliva (+395 milioni di euro ; + 17%).  Sebbene alcuni le esportazioni di “altri cereali” siano aumentate, questa categoria esprime ancora il calo più elevato su base annua (-906 milioni di euro, -33%), seguita dalle esportazioni di grano (-739 milioni di euro -13%).

Fonte Commissione europea