Una ricerca francese identifica i produttori avicoli “più competitivi” del mondo

Secondo i dati di una ricerca illustrata da FranceAgriMer nel corso della manifestazione SPACE 2016 che si è tenuta a Rennes in Francia, l’industria avicola del Brasile è attualmente la “più competitiva” del mondo.

Tuttavia gli attuali “astri nascenti” della scena avicola mondiale sono la Russia e l’Ucraina, ha specificato il capo ricerca Christian Renault di AND International.
Abbiamo raccolto dati su tutti gli aspetti della produzione avicola in 18 paesi, mettendo a confronto le industrie in base alle condizioni generali, l’economia, i costi di produzione, la redditività delle imprese e la quota di mercato globale” ha spiegato “La nostra conclusione è che l’industria del Brasile è superiore in termini competitivi, ma la Russia e l’Ucraina sono le stelle nascenti“.

Parlando poi a Poultrynews, Renault ha messo in evidenza che l’Ucraina è un paese da tenere sotto osservazione, dato che i suoi punti di forza sono il basso costo del lavoro e una impressionante quantità di terra da destinare alla produzione di mangimi a basso costo, in particolare grano, mais colza e girasole.

In termini mondiali l’industria francese si posizione a metà classifica. “L’Europa occidentale non è la zona più competitiva, in particolare a causa degli elevati costi di manodopera e dalla necessità di applicare norme ambientali e di benessere più severe rispetto ad altre parti del mondo” ha continuato Renault “Anche se possiamo accettare questa posizione intermedia, è deludente che la Francia faccia peggio di altri paesi europei rispetto Paesi Bassi, Belgio, Regno Unito, Spagna, Polonia e Germania. Quindici anni fa stavamo meglio, ma abbiamo perso quote di mercato sia in Europa che localmente”. Negli ultimi tempi, però, l’industria francese sta mostrando la forza per riconquistare quote di mercato interno, in particolare presso i settori della ristorazione e della trasformazione, dove attualmente circa il 66% delle materie prime vengono importati.

Per raggiungere i suoi obiettivi l’industria si sta concentrando sull’idoneità del prodotto e sul rapporto costo-efficacia” ha detto Renault aggiungendo sarà necessario produrre polli più grandi per soddisfare le nuove esigenze del settore della trasformazione.

Fonte Poultry News