Una Pac con un bilancio solido

E’ l’esortazione che hanno fatto Copa e Cogeca ai ministri europei dell’Agricoltura in occasione di un incontro di alto livello con la Presidenza estone.

Secondo Copa e Cogeca la nuova comunicazione della Commissione europea sul futuro dell’alimentazione e dell’agricoltura è un buon punto di partenza. Si tratta di un progetto ambizioso che quindi richiede l’adeguato livello di finanziamento.

Intervenendo a nome degli agricoltori e delle cooperative dell’UE, il Presidente della Cogeca Thomas Magnusson si è dichiarato soddisfatto del mantenimento di entrambi i pilastri della PAC e dei pagamenti diretti agli agricoltori. “Sarà importante garantire che la semplificazione porti dei risultati per gli agricoltori” ha spiegato “La politica agricola comune deve rimanere una politica comune senza un’ulteriore rinazionalizzazione e il massimale di bilancio va incrementato sopra l’1% del reddito nazionale lordo. Ciò consentirà agli agricoltori e le loro cooperative di approfittare pienamente delle future opportunità offerte all’agricoltura europea“.

Ha poi aggiunto di essere lieto del fatto che vi sarà un forte pilastro sullo sviluppo rurale che garantisca dinamicità delle zone rurali. Ha inoltre insistito sulla questione della banda larga, necessaria affinché gli agricoltori e le cooperative possano usufruire delle nuove tecnologie, come l’agricoltura intelligente, e la nuova generazione di agricoltori sia incentivata a non abbandonare i terreni.

Fonte CopaCogeca