Un singolo vaccino contro enterite dell’anatra e influenza aviaria

L’istituto Pirbright ha sviluppato un vaccino singolo conto l’influenza aviaria e il virus dell’enterite dell’anatra (DEV). Per la prima volta, i ricercatori guidati dal professor Munir Iqbal sono stati in grado di inserire i geni protettivi del virus dell’influenza aviaria all’interno del vaccino contro l’enterite dell’anatra, utilizzando un metodo di modifica del gene CRISPR/Cas9, che consente tassi più alti per il gene di inserimento. Ciò rende il processo più efficiente e il virus vaccinale risultante è in grado di proteggere le anatre sia contro l’enterite che l’influenza aviaria.

Il virus dell’enterite dell’anatra infetta anatre, oche e cigni, causando tassi di mortalità fino al 100%. Per ridurre l’impatto della malattia vengono ampiamente utilizzati i vaccini che recentemente sono stati usati anche per fornire componenti vaccinali di altri virus come l’influenza aviaria. Le popolazioni di anatre domestiche del sud-est asiatico svolgono un ruolo chiave nel mantenere il serbatoio dell’influenza aviaria e consentono all’infezione di diffondersi nei polli. Per questo le anatre sono importanti obiettivi importanti delle campagne di vaccinazione.

Come con l’influenza umana, anche l’efficacia della vaccinazione contro l’influenza aviaria è complicata dalla presenza di centinaia potenziali ceppi, che subiscono variazioni stagionali. La tecnica di editing genico, descritta nella rivista Viruses, consente la rapida generazione di vaccini in grado di proteggere contro la DEV, tenendo il passo con i mutamenti dei cappi dell’influenza aviaria in evoluzione.

Il professor Munir Iqbal, ha detto che “questa è la prima volta che il metodo CRISPR / Cas9 viene applicato al virus dell’enterite dell’anatra. Si tratta di un entusiasmante passo in avanti nel rapido sviluppo dei vaccini contro l’influenza aviaria. I vaccini che proteggono le anatre contro la DEV e dalle gravi forme di influenza aviaria ridurranno le perdite produttive, salvaguarderanno le altre specie avicole dalle infezioni influenzali e ridurranno il rischio di trasmissione agli esseri umani“.

Grazie alla grande estensione del suo genoma il virus dell’enterite dell’anatra viene utilizzato sempre di più per fornire geni protettivi a tutti gli avicoli. Questo metodo è applicabile a diversi geni e virus, modalità che aumenta la possibilità che altre malattie possano essere rapidamente affrontate.

Il vaccino appena sviluppato è ora pronto per la registrazione, e il team del Pirbright è alla ricerca di collaborazioni con aziende farmaceutiche affinché il vaccino possa essere commercializzato.

Fonte The Poultry Site