Un nuovo studio esorta gli anziani a mangiare più uova

Un nuovo studio incoraggia gli anziati a mangiare più uova. Lo studio di dottorato, finanziato parzialmente dal British Industry Industry Council (BEIC), è stato avviato presso il Dipartimento di ricerca comportamentale dell’Università di Bournemouth, sotto la supervisione della professoressa Katherine Appleton.

I risultati di uno studio precedente avevano già suggerito che condividere ricette sulla uova poteva essere un modo semplice per incoraggiare i più anziani a consumare più proteine, ottimo sostegno per la loro salute. Le proteine fornite dalle uova, infatti, hanno un impatto benefico sul funzionamento fisico e sulla massa muscolare; inoltre è stato suggerito che i più anziani abbiamo bisogno di proteine dietetiche più degli adulti in età meno avanzata.

La responsabile del gruppo di ricerca, Emmy van den Heuvel ha precisato che “rispetto ad altri alimenti ricchi di proteine, le uova sono facili da cucinare, si conservano per un lungo periodo e sono particolarmente economiche: tutti elementi essenziali per stimolare una maggiore assunzione di proteine nelle fasce di età più avanzate”.

Il presidente del BEIC, Andrew Joret, si è detto incoraggiato “dalle prime fasi di questo studio. Sembra esserci il potenziale per motivare le persone anziane a mangiare più uova, suggerendo una gamma più ampia di ricette e di combinazioni. Le uova sono un cibo ideale per le persone anziane, non solo per le proteine di alta qualità che forniscono, ma anche per la loro praticità e il loro costo. Questo studio ci aiuterà a comprendere meglio i modi in cui potremmo incoraggiare un aumento del consumo in questo gruppo di persone“.

L’abstract dello studio che verrà presto presentato alla Nutrition Society indica il protocollo di un processo per analizzare l’impatto della condivisione di nuove ricette sulle uova. Una vasta gamma di ragioni per cui gli adulti di età superiore ai 55 anni, debbano mangiare o meno le uova, sono state ottenute attraverso un focus group. I raccolti dati sono stati poi utilizzati per progettare un questionario strutturato inviato ad un campione nazionale.

I risultati del questionario hanno mostrato che le persone più anziane che mangiano uova ritengono che abbiano un buon gusto e aggiungano varietà alla loro dieta” ha dichiarato Emmy van den Heuvel “Crediamo che l’aggiunta di sapore e di varietà possa incoraggiare chi ne consuma meno“.

Fonte Poultry News