Un metodo naturale per il trattamento delle uova da cova

Negli incubatoi, per prevenire e combattere le contaminazioni batteriche, le uova da cova vengono di solito trattate con formaldeide, come da stabilito dalle norme comunitarie.

Ma secondo Tomislav Cernava, dell’Istituto per la biotecnologia ambientale dell’Università di Graz “la formaldeide evapora rapidamente e non è possibile controllarla completamente negli incubatoi su larga scala”.

I ricercatori di Graz, hanno quindi collaborato con il Centro austriaco di biotecnologie industriali e la start-up biometica Roombiotic, per individuare una promettente opzione ecologica, basata su micrornasimi che fungono da contrastanti naturali.

Gabriele Berg, responsabile dell’Istituto di Biotecnologie ambientali, ha detto che la ricerca si è concentrata sulle sostanze volatili di alcuni batteri, che erano già stati catalogati in un precedente studio dello stesso team di ricerca, come antimicrobici naturali, ed è stato analizzato come combattevano in modo efficace determinati agenti patogeni. “Abbiamo valutato l’efficienza di alcuni e condotto analisi microbiologiche sui gusci delle uova“.

I risultati hanno dimostrato che i batteri che producono pirazine, se applicati in forma pura ai gusci, riescono ad eliminare fino al 99,6% dei germi. Questo tasso di decontaminazione è stato paragonato alla fumigazione attraverso la formaldeide. Il team ha scoperto che il microbioma naturale delle uova è caratterizzato da una diversità batterica inaspettata. È interessante notare che concentrazioni particolarmente basse della pirazina portano ad un cambiamento positivo del microbioma“. Un altro vantaggio è che, a temperatura ambiente, la sostanza utilizzata è in forma liquida ed evapora facilmente. Quindi, può essere utilizzata la stessa apparecchiatura della fumigazione con la formaldeide.

Il prossimo passo è effettuare i test su una scala molto più ampia, e il gruppo di scienziati è attualmente in cerca di partner industriali.
Lo studio è stato pubblicato su Scientific Reports la rivista scientifica online del Nature Publishing Group.

Fonte Poultry World