Un maggiore equilibrio elettrolitico nei supermangimi pre-starter destinati ai broiler

Nel resoconto di una ricerca effettuata in Svezia, presentata durante l’European Symposium on Poultry Nutrition (ESPN), si legge che durante la prima settimana post-schiusa i broiler potrebbero trarre vantaggio da un aumento dell’equilibrio elettrolitico della dieta. Sebbene questo risultato non fosse l’obiettivo primario del progetto di ricerca, è evidente che aumentando l’equilibrio elettrolitico alimentare si aumenta l’assunzione dei mangimi e, di conseguenza, la crescita, senza per questo compromettere l’efficienza del mangime e quindi la digeribilità delle sostanze nutritive.

Come questo equilibrio influisca sull’assunzione di mangimi rimane ancora una questione aperta. Si pensa che sia dovuto ad una cascata neuronale-cerebrale di segnali che aumentano l’appetito. Oppure che l’aumento dell’equilibrio elettrolitico alimentare causi un eccesso di ingestione minerale, il che a sua volta aumenta l’assunzione di acqua. Questo punto di vista è anche considerato la chiave per spiegare una maggiore assunzione di mangimi, specialmente negli animali stressati dal caldo o da altri fattori. Probabilmente si tratta di una combinazione dei due punti di vista, oppure entrambi sono validi in circostanze diverse.

E’ comunque indubbio che anche lievi aumenti dell’equilibrio elettrolitico alimentare spesso portano ad una maggiore assunzione di mangime. Questo approccio vale soprattutto durante i mesi estivi, e con particolare vigore nelle diete dei suini. L’applicazione di tale trattamento nutrizionale ai mangimi destinati all’alimentazione precoce dei broiler post schiusa, rimane un approccio interessante, dato che è possibile prevedere la combinazione con ingredienti speciali che possono portare a un supermangime pre-starter. Questo genere di mangimi sono di norma somministrati nei primi giorni di vita, raramente oltre la prima settimana post schiusa.

Fonte WattAgNet