Trump deve considerare l’impatto delle sue politiche sulla comunità agricole

Il Presidente della National Farmers Union (NFU) americana, Roger Johnson, a seguito delle dichiarazioni che il presidente americano Donald Trump ha fatto in una sessione congiunta del Congresso, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “l’agenda del Presidente Trump deve iniziare a prendere in considerazione, e dare la priorità, al benessere economico delle comunità rurali e agricole. Nel suo discorso, il presidente non ha menzionato le parole ‘rurale,’ ‘azienda agricola,’ o ‘agricoltura,’ pur toccando una miriade di questioni politiche che potrebbero avere importanti conseguenze sulle famiglie degli agricoltori, degli allevatori e sulle comunità rurali. Per esempio, il presidente prevede di rivitalizzare l’economia americana e sostenere la creazione di posti di lavoro, rinnovando l’agenda commerciale della nostra nazione. Sebbene sia apprezzabile la sua attenzione al miglioramento degli accordi commerciali, i nostri membri sono sempre più preoccupati della sua retorica dura e delle limitazioni che ha posto sui nostri partner commerciali. Il piano di Trump di abbandonare l’attuale sistema che favorisce l’immigrazione di personale poco qualificato, trascura il lavoro unico e importante che gli immigrati forniscono a tutto il sistema alimentare e alle economie rurali degli Stati Uniti. Inoltre la proposta di Trump di abrogare e sostituire l’Affordable Care Act (il sistema sanitario attuato dalla precedente presidenza Obama – N.d.R.) deve garantire un accesso conveniente al sistema di assicurazione sanitaria a tutti i lavoratori rurali degli Stati Uniti, in particolare alle famiglie degli agricoltori. Se il presidente intende essere un leader per tutti gli americani, deve prendere in considerazione gli impatti reali e duraturi che la sua agenda politica avrà sull’America rurale e sulle famiglie di agricoltori e allevatori“.

Fonte The Poultry Site