Traces: i certificati elettronici per il settore biologico

E’ entrato in vigore mercoledì 19 aprile, il Regolamento CE 1842 del 14 ottobre 2016 relativo ai certificati elettronici. Il Regolamento modifica il Modello del Certificato di Ispezione (Allegato V del Reg CE 1235/08), che passa da 18 a 21 caselle. Contestualmente parte anche il sistema online TRACES, che permetterà agli Organismi di Certificazione (OdC) degli esportatori di emettere il Certificato di Ispezione direttamente online cui comunque segue la stampa e firma del certificato cartaceo da parte dell’OdC dell’esportatore.

Il Regolamento prevede un periodo di transizione di sei mesi, fino al 18 ottobre prossimo, nel corso del quale i Certificati di Ispezione potranno dunque essere con entrambe le modalità ma sempre sul nuovo modello a 21 caselle. Terminato il periodo di transizione gli OdC degli esportatori dovranno necessariamente emettere tali certificati su TRACES ma la firma sarà apposta manualmente (sulla versione cartacea) finché non sarà disponibile la firma elettronica.

Con il nuovo Regolamento il sistema TRACES sarà quindi uno strumento di emissione dei certificati, il cartaceo del documento emesso utilizzando TRACES sarà il Certificato di Importazione che servirà per lo sdoganamento e verrà vidimato fisicamente dalla dogana, firmato dal Primo Consegnatario, conservato in originale presso l’Importatore. Il nuovo regolamento inoltre identifica l’esportatore quale operatore che effettua l’ultima operazione ai fini della preparazione e che sigilla i prodotti in imballaggi o contenitori adeguati (si veda casella 4 del nuovo modello del Certificato di Ispezione); sarà quindi l’Organismo di Certificazione di tale operatore ad emettere il certificato.

Fonte ccpb.it