Spedizioni di pollame russo in Cina entro il 2017?

E’ quello che spera il Ministro dell’agricoltura russo Evgeny Gromiko, che ha annunciato di voler avviare le esportazioni di pollame e maiale in Cina verso il paese orientale entro la fine dell’anno.

Stiamo chiudendo i colloqui relativi all’applicazione dei principi di regionalizzazione“, ha dichiarato Gromyko all’agenzia di notizie russa TASS “La controparte cinese non ha alcuna obiezione in merito alle nostre spedizioni di pollame e maiale”.

La Russia aveva già esportato in Cina alcuni prodotti a base di carne di maiale, ma le vendite sono state inferiori alle aspettative. Secondo quanto riferito dal Rosselkhoznadzor, il servizio federale russo per la sorveglianza veterinaria e fitosanitaria, a fine luglio una delegazione del Ministero dell’Agricoltura della Cina ha effettuato un’ispezione in Russia,. I rappresentanti di entrambi i paesi hanno affrontato le preoccupazioni riguardanti gli aspetti sanitari, con particolare riguardo all’afta epizootica, alla peste suina africana. La Cina è un Paese di particolare interesse per le esportazioni di pollame e di maiale.

All’inizio di questa settimana, i funzionari della Bielorussia hanno dichiarato che il paese intende avviare le spedizioni di pollame in Cina entro l’estate del 2018. Negli Stati Uniti, un gruppo bipartisan di Senatori ha scritto al Segretario agricolo Sonny Perdue, esortandolo a spingere il governo cinese a porre fine al suo divieto sui prodotti di pollame americani.

Fonte WattAgNet