Sondaggio sulle abitudini e le pratiche alimentari nel Regno Unito

La Food Standard Agency (FSA) ha pubblicato i risultati della quarta edizione di “Food and You”, un’indagine che raccoglie i dati sulle preferente e le abitudini alimentari degli abitanti di Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord.
Food and You raccoglie informazioni sui comportamenti auto-riferiti, gli atteggiamenti e le conoscenze in materia alimentare. Fornisce i dati riportati dalle persone in merito agli acquisti di cibo, alla conservazione, alla preparazione, al consumo e ai fattori che possono influenzarli. L’indagine si effettua e viene pubblicata ogni due anni.

Heather Hancock, Presidente del Consiglio FSA ha detto che “è particolarmente interessante vedere che il pubblico è convinto dell’importanza di sostenere gli agricoltori e i produttori alimentari nazionali. E’ anche importante notare che circa la metà dei consumatori ha più fiducia nel cibo dal Regno Unito e ritiene che la sua qualità sia superiore rispetto ai prodotti provenienti dall’estero”.

Come nelle edizioni precedenti i consumatori hanno risposto domande relative alla spesa, cucinare e mangiare; sicurezza alimentare in casa; mangiare fuori casa; esperienze e atteggiamenti nei confronti intossicazione alimentare; atteggiamenti e preoccupazioni per la produzione e il sistema alimentare. Per questa edizione sono stati aggiunti: allergie alimentari e intolleranze, sicurezza del cibo; il futuro dell’alimentazione, la genuinità dei prodotti alimentari, la consapevolezza e le preoccupazioni sulle sostanze chimiche negli alimenti,

L’indagine ha rilevato che i consumatori segnalano una serie di pratiche che sono in linea con le raccomandazioni FSA sulla sicurezza alimentare in casa: per esempio più di 8 intervistati su 10 effettuano il lavaggio degli alimenti in linea con le pratiche raccomandate, confermano di lavarsi sempre le mani prima di iniziare a preparare o a cuocere il cibo (86%), e subito dopo aver maneggiato carne cruda, pollame o pesce (87%).

Tra i vari indicatori di sicurezza la FSA ricorda che la data di scadenza è il miglior indicatore sulla sicurezza degli alimenti e lo stesso è indicato dal 75% degli intervistati. Nelle precedenti edizioni la percentuale era pari al 62%.

Ma l’indagine ha anche segnalato alcune aree in cui i consumatori non seguono le migliori pratiche raccomandate. Per esempio agli intervistati è stato chiesto quali metodi hanno usato per scongelare carne o pesce. Il metodo più comune riportato è lasciare la carne o il pesce a temperatura ambiente (58%), pratica non raccomandata.

I risultati aiutano anche a costruire un quadro sulle pratiche dei consumatori in termini di alimentazioni e mette in evidenza l’importanza della pulizia e dell’igiene, quando le persone decidono dove poter mangiare fuori. Per esempio: il 72% degli intervistati ha riferito che la pulizia e l’igiene del luogo scelto è importante; nel complesso un terzo (30%) degli intervistati che ha mangiato fuori considera questo fattore il più importante.

Fonte Food Standard Agency