Sicurezza ed efficacia di Monimax® per i tacchini da ingrasso

A seguito di una richiesta della Commissione europea, il Gruppo di esperti sugli additivi e i prodotti o le sostanze usate nei mangimi animali (FEEDAP) dell’Efsa ha pubblicato un’opinione scientifica sulla sicurezza e l’efficacia di Monimax® (monensin sodico e nicarbazina), come additivo per mangimi destinati ai tacchini da ingrasso

Monimax® è considerato sicuro per i tacchini da ingrasso alla dose massima di 50 g di monensin sodico e 50 mg di nicarbazina per chilo completo di mangime. Il margine di sicurezza è di circa 1,5
L’uso simultaneo di Monimax® e certe sostanze antibiotiche è controindicato. La nicarbazina non ha attività antimicrobiche. Per entrambi i composti di Monimax®, nei polli i percorsi metabolici sono gli stessi di quelli nei tacchini e nei ratti. Monimax® non rappresenta rischi genotossici.

Dagli studi tossicologici non sono emerse significative interazioni tra le due sostanze. L’uso di Monimax® alle dosi più alte proposte non pone rischi a livello di consumo degli animali trattati da parte dell’uomo. Non è previsto tempo di sospensione. I dati dei residui sono conformi ai livelli massimi di residui definiti.

Il monensin sodico rappresenta un rischio in caso di inalazione e può essere associato a tossicità dell’epidermide. Monimax® non è un’irritante della pelle, tuttavia non sono disponibili dati sul potenziale irritante degli occhi per il monensin sodico.
Monimax® non è un sensibilizzatore cutaneo. Sulla base dei dati disponibili il Gruppo di esperti non può emettere opinioni sulla sicurezza di Monimax® nell’ambiente.

Monimax® è potenzialmente efficace nel controllo della coccidiosi dei tacchini per ingrasso alla dose minima di 40 mg di monensin sodico e 40 mg di nicarbazina per kg di mangime completo.

Fonte Efsa