Sicurezza ed efficacia di Belfeed B come additivo per pollame, suinetti e suini da ingrasso

Belfeed B è un additivo alimentare che, come principale attività enzimatica, contiene endo-1,4-beta-xilanasi; il prodotto è disponibile in forma solida (MP) e liquida (ML).

Il ceppo di produzione è un ceppo geneticamente modificato di Bacillus subtilis. Belfeed B non dà luogo a problemi di sicurezza per quanto riguarda la modificazione genetica del ceppo produttivo. Il ceppo produttivo e il suo DNA ricombinante non sono stati rilevati nel prodotto finale.

Il Gruppo di esperti scientifici sugli additivi, prodotti e/o le sostanze usati nei mangimi (FEEDAP) dell’Efsa ha concluso che l’additivo è sicuro per polli e tacchini da ingrasso, galline ovaiole e suinetti svezzati alla dose di 10 UI per kg di mangime, e questa conclusione è stata estesa alle ovaiole, ai tacchini allevati per la riproduzione, alle galline da riproduzione e ai suini da ingrasso e, alla stessa dose, è stata estrapolata alle specie avicole minori

Il ceppo di produzione appartiene ad una specie considerata adeguata per la presunzione qualificata di sicurezza (QPS) utilizzata per la valutazione della sicurezza, a condizione che le qualifiche siano soddisfatte.

L’identità del ceppo è stato inequivocabilmente stabilito, e la modificazione genetica non ha sollevato preoccupazioni per cui le qualifiche sono state soddisfatte. Pertanto, il gruppo FEEDAP ritiene che l’uso di Belfeed B come additivo per mangimi non solleva preoccupazioni per i consumatori. I dati provenienti dagli studi tossicologici sostengono la stessa conclusione. L’additivo non è considerato tossico per inalazione o irritante per pelle od occhi, ma è considerato un potenziale allergene respiratorio.

Il gruppo di esperti non ha potuto concludere il suo potenziale come sensibilizzante della pelle. L’uso di Belfeed B come additivo per mangimi non pone rischi per l’ambiente.

Il gruppo ha concluso che l’additivo è potenzialmente efficace alla dose di 10 UI per kg di mangime nelle specie indicate, ma a causa della mancanza di dati sufficienti il gruppo non può trarre conclusioni sull’efficacia del prodotto nei tacchini da ingrasso.

Fonte Efsa