Ricerca sui casi di soffocamento delle galline ruspanti

McDonald UK ha pubblicato i risultati della seconda fase di un progetto che ha esaminato l’impatto e le cause del soffocamento nelle galline allevate in free-range.

Il progetto è stato finanziato da UK McDonald come parte del programma Forward Farm, avviato da FAI Farms,insieme ai suoi fornitori Noble Foods Ltd e The Lakes Free Range Egg Company che fanno parte del Sustainable Egg Supply Group.

I casi di soffocamento si verificano quando gli uccelli si ammassano in uno spazio ristretto, trovandosi spesso l’uno sopra l’altro. I primi risultati del progetto, pubblicati nel 2014, avevano rivelato che più della metà delle galline ruspanti commerciali erano affette da soffocamento.

La seconda fase del progetto ha permesso di esplorare la relazione tra la frequenza di soffocamento e la salute degli uccelli, così come il design degli accasamenti e le pratiche di gestione. I ricercatori non hanno trovato relazioni tra la salute e l’incidenza del soffocamento, ma particolari tecniche di gestione e di progettazione degli impianti di allevamento sembrano avere un’incidenza sul fenomeno.

Illustrando il progetto, Annie Rayner, Research Scientist presso FAI, ha spiegato che la “ricerca ha stimolato il settore sugli effetti del soffocamento in termini di benessere e produttività. Stiamo cominciando a imparare quali azioni sono necessarie per affrontare le cause alla base di questo grave problema“.

I casi di soffocamento presso i nidi sono influenzati sia dalla razza delle ovaiole sia dal design della struttura del nido. Questa inoltre influenza anche soffocamento che si verifica al di fuori dei nidi.

McDonald ha esortato i produttori di nidi di considerare, nei progetti futuri, soluzioni che permettano di diminuire i casi di soffocamento.

La ricerca ha permesso di scoprire che la presenza di sabbia o grano sulla lettiere riduce i casi di soffocamentoche si verificano lontano dal nido; altri risultati suggeriscono che può essere importante una copertura arborea all’esterno.

Connor McVeigh, Direttore della catena di distribuzione di McDonald UK ha specificato che “ci sono alcune misure che gli allevatori possono adottare per ridurre il rischio di soffocamento; è chiaro però che l’industria ha bisogno di un approccio integrato per affrontare il problema“.

Fonte The Poultry Site