Pulcini e anatroccoli per combattere l’obesità

E’ la nuova politica sanitaria portata avanti dal governo locale per combattere l’obesità e il diabete che affliggono la popolazione di Tonga.

Circa il 70% della popolazione di questo stato infatti, è considerata obesa e una percentuale molto alta soffre di diabete di tipo B. Il governo locale è coinvolto in numerose azioni volte a migliorare la salute della sua popolazione. E utilizzare il pollame potrebbe essere un approccio inusuale ma adatto.

I progetti attualmente in atto cercano di spingere la popolazione a fare più esercizio fisico e a mangiare maggiori quantità di frutta e versuta. Ma ai tonghiani piace la carne rossa e il governo intende regalare pulcini e anatroccoli per veicolarli sulla carne bianca e spingerli a cambiare abitudini alimentari.

Dal 1940 i tonghiani hanno aumentato l’importazione di alcuni tipi di carne, in particolare le code di tacchino e il montone.. Entrambi i prodotti sono a basso prezzo ma sono piuttosto grasse. Alcune nazioni confinanti, più attente alla salute, hanno già bandito l’importazione di questo genere di prodotti.

La Divisione bestiame del ministero dell’agricoltura di Tonga, insieme all’agenzia Tonga Health, ha quindi avviato la distribuzione di pulcini e anatroccoli insieme ai relativi mangimi. Anche le autorità religiose locali stanno facendo la loro parte per promuovere una vita più sana regalando recinzioni per ospitare gli animali e tenere lontani i predatori.

Non è la prima volta che il governo locale regala pulcini, ma i precedenti tentativi hanno solo portato alla morte dei piccoli. Questa volta, entro l’anno, si prevede di distribuire circa 10.000 pulcini alla popolazione tonghiana di circa 100.000 persone.

Fornendo agli abitanti I pulcini e incoraggiando il consumo di carne più magra, non solo si propone una opizione alimentare più sana, ma anche più economica, dato i crescenti costi sanitari che una popolazione così esigua sta affrontanto.

Nel 1973 il 7% della popolazione delle Tonga soffriva di diabete. Nel 2004 il dato è salito al 18% e ora è arrivato al 34%.

Fonte WattAgNet