Prorogate le misure contro l’influenza aviaria in Europa

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 146 del 9 giugno 017 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (UE) 2017/977 della Commissione, dell’8 giugno 2017, che modifica la decisione di esecuzione (UE) 2017/247 relativa a misure di protezione contro i focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità in alcuni Stati membri [notificata con il numero C(2017) 3962].

Sebbene la situazione complessiva della malattia nell’Unione sia in costante miglioramento, si sono verificati alcuni ulteriori focolai dalla data dell’ultima modifica apportata alla decisione di esecuzione (UE) 2017/247 con la decisione di esecuzione (UE) 2017/819.

Sia l’Italia che il Regno Unito hanno comunicato alla Commissione la comparsa di un nuovo focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N8 nel pollame di aziende situate al di fuori delle zone di tali Stati membri attualmente elencate nell’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2017/247. Il Lussemburgo ha altresì comunicato alla Commissione il primo caso di individuazione del virus dell’influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N8 in aziende in cui sono tenuti volatili in cattività. Questi tre Stati membri hanno inoltre comunicato alla Commissione di aver adottato le misure necessarie prescritte dalla direttiva 2005/94/CE, compresa l’istituzione di zone di protezione e sorveglianza intorno a tali nuovi focolai.

La Commissione ha esaminato le misure adottate dall’Italia, dal Regno Unito e dal Lussemburgo e ha accertato che i confini delle zone di protezione e sorveglianza istituite dalle autorità competenti di tali Stati membri si trovano a una distanza sufficiente dalle aziende in cui è stata confermata la presenza di un focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5.

Per questo motivo viene modificato l’articolo 5 della decisione di esecuzione (UE) 2017/247, prorogandone l’applicabilità dal 30 giugno al 31 dicembre. L’allegato della stessa Decisione è modificato conformemente all’allegato della presente.