Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sul TTIP e la protezione delle denominazioni di origine controllata

In base all’art. 133 del proprio Regolamento il Parlamento europeo ha presentato una Proposta di risoluzione sull’accordo di libero scambio tra gli Stati Uniti e l’Unione europea, il cosiddetto TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) e la protezione delle denominazioni di origine controllata

Il Parlamento considera che il Rrattato transatlantico attualmente oggetto di negoziazioni segrete tra l’Unione europea e gli Stati Uniti era stato presentato come fonte di creazione di posti di lavoro e un’opportunità, ma ad oggi sembra profilarsi una realtà diversa, vale a dire che la creazione di posti di lavoro resterà debole e che appare inevitabile un aumento delle disoccupazione a breve termine.

Inoltre le stime anticipano gravi conseguenze per l’agricoltura, con la sparizione di numerose denominazioni di origine controllata (DOC), in quanto i gruppi americani di interessi nell’alimentare hanno già annunciato che rifiuteranno di rispettare dette denominazioni e 177 membri del Congresso americano hanno già sollecitato il segretario di Stato americano a “operare in modo aggressivo contro gli sforzi europei in questo settore“. Malgrado nel contesto di accordi precedenti, come quello con il Canada, è stato possibile proteggere alcune denominazioni , la Commissione europea riconosce che numerosi prodotti non potranno essere salvati.

Per questi motivi il Parlamento europeo esige che la Commissione proceda a una valutazione delle eventuali perdite di competenze e di posti di lavoro in questo settore all’interno dei paesi dell’Unione e che predisponga i meccanismi necessari per impedire tali perdite.

Fonte Parlamento europeo