Progetto di ricerca per recuperare l’azoto dal letame avicolo

Un nuovo progetto di ricerca europeo ha come scopo il recupero dei nutrienti azotati provenienti dagli escrementi suini e dalla pollina avicola  durante il compostaggio e la digestione anaerobica, grazie a una tecnologia a membrana permeabile ai gas.

Il progetto si chiama LIFE Ammonia Trapping, sarà coordinato dalla Scuola Tecnica Superiore di Ingegneria Agraria dell’Università di Valladolid a Palencia e vede la partecipazione, in qualità di partner, dell’Istituto di tecnologia agricola di Castiglia e Leon (ITACyL).

Gli scienziati del progetto sperano di ottenere un fertilizzante a base di sale di ammonio di grande valore e allo stesso tempo economico, che contribuirà anche a ridurre l’inquinamento ambientale dovuto alle emissioni di ammoniaca generate dall’azoto presente nel letame. L’applicazione di questo fertilizzante nei campi consentirà una distribuzione più accurata dei nutrienti rispetto all’utilizzo degli scarti non lavorati.

L’ammoniaca è anche un inibitore della digestione anaerobica dei rifiuti, così la sua rimozione aiuterà anche la composizione del concime.
Il progetto, della durata di tre anni, è stato finanziato dalla Ue con 1.765.527 euro.

Fonte The Poultry Site