Progetto di ricerca per la produzione su larga scala di insetti alimentari

In Danimarca è stato avviato un nuovo progetto guidato dall’Aarhus University, che vuole analizzare il possibile uso di sottoprodotti organici e di scarto per allevare insetti su larga scala.

Nell’alimentazione animale l’uso di insetti è una soluzione potenziale che, quando attuata, permetterà di migliorare la sostenibilità delle diete animali. L’Unione Europea ha recentemente permesso l’uso di insetti in acquacoltura. Per altri animali da reddito, utilizzare gli insetti come fonte proteica non è ancora consentito, ma  prevedibile che lo sarà in un prossimo futuro. Anche come alimento umano gli insetti stanno stimolando un crescente interesse. Alcuni insetti interi, destinati al consumo animale, sono già venduti in negozi specializzati; altri insetti vengono utilzzati e serviti come hamburger. Si tratta comunque di prodotti di nicchia.

Il nuovo progetto danese, denominato “inVALUABLE“, sta cercando di promuovere ulteriormente questo tipo di fonte proteica. inVALUABLE, che ha ricevuto un finanziamento di circa 2,55 milioni di euro dall’Innovation Fund Denmark, ha come obiettivo creare una produzione industriale di insetti (feedworms) destinati a mangimi e alimenti; si prevede che presto il settore potrà raggiungere un fatturato annuo di 27-40 milioni di euro.

Per il Dipartimento di Scienze Animali dell’Università, partecipa il professor Jan Værum Nørgaard che, con i suoi colleghi, valuterà i vermi come potenziale prodotto alimentare per gli esseri umani, analizzando il modo in cui i suini digeriscono le larve. I suini sono spesso utilizzati in ricerca in quanto rappresentano un buon modello per gli esseri umani. I ricercatori esamineranno anche come i vermi influenzano la salute e la crescita dei giovani suini.

Anche se gli insetti sono stati recentemente riconosciuti come un’alternativa realistica e rispettosa dell’ambiente, la domanda è ancora minima. Tuttavia, i ricercatori danesi prevedono che presto crescerà in modo significativo sia tra i consumatori che tra gli allevatori, in particolare quando si concretizzerà una scarsa offerta di fonti proteiche.

Fonte All About Feed