Prevenzione del tail biting: misure a confronto

Uno dei problemi dell’allevamento intensivo del suino sono le lesioni della coda causate dal tail biting (morsicatura della coda), comportamento spesso affrontato dagli allevatori con la caudectomia.  Tuttavia, il taglio della coda non è una misura preventiva ottimale per questa condizione e sarebbero preferibili alternative.

Uno studio ha indagato l’effetto relativo di tre possibili misure preventive delle lesioni della coda. al test sono stati sottoposti 1624 suini in finissaggio suddivisi in quattro batterie. I recinti venivano assegnati a caso a uno di due livelli di 3 trattamenti: caudectomia (n=60 recinti) contro non caudectomia (n=52 recinti); presenza di 150 g di paglia per suino al giorno su pavimento solido (n=56 recinti) contro  assenza di paglia (n=56 recinti); densità di stabulazione di 1,21 metri quadri per suino (11 suini/recinto; n=56 recinti) rispetto 0,7 3 metri quadri per suino (18 suini/recinto; n=56 recinti).

Si sono quindi registrate le lesioni della coda tre volte alla settimana durante tutto il periodo di finissaggio valutando la coda di ciascun suino. Un recinto veniva considerato come affetto da lesioni della coda e non più incluso nello studio se almeno un soggetto aveva una ferita alla coda sanguinante. Quindi veniva considerato solo il primo caso di lesioni alla coda per ogni recinto. I dati sono stati analizzati secondo regressione di Cox a rischi proporzionali per l’analisi di sopravvivenza. I risultati sono presentati come rischi e un rischio maggiore significa che un recinto ha un rischio maggiore di lesioni della coda e che queste si verifichino più precocemente durante il periodo di finissaggio.

I recinti con suini non caudectomizzati avevano un rischio di lesioni della coda 4,32 volte maggiore rispetto a quelli con suini caudectomizzati. I recinti senza presenza di paglia avevano un rischio di lesioni della coda 2,22 volte maggiore rispetto ai recinti con presenza di paglia. Non si sono invece registrate interazioni tra i trattamenti ma l’effetto della caudectomia era maggiore rispetto all’effetto della disponbilità di paglia. La densità di stabulazione non aveva un effetto significativo sul rischio di lesioni della coda. Tuttavia, una combinazione tra disponibilità di paglia e minore densità di stabulazione era associata a un rischio di lesioni della coda simile a quello del solo taglio della coda.

In conclusione, il taglio della coda e la presenza di paglia sono state considerate misure preventive contro le lesioni della coda e la caudectomia riduceva il rischio più della presenza di paglia. E’ necessaria una combinazione di misure preventive per ridurre il rischio di lesioni della coda nei suini non caudectomizzati allo stesso livello dei suini caudectomizzati, concludono gli autori.

Fonte Vet Journal