Nuovo test per tagliare i tempi di rilevazione della Salmonella

La Cornell University, ha sviluppato un nuovo metodo per testare in maniera accurata e rapida la presenza della Salmonella, riducendo i tempi di rilevazione ad un solo giorno. In particolare il test si è focalizzato sull’individuazione della Salmonella Dublino, un patogeno emergente difficile da diagnosticare.

Il nuovo metodo, è stato inizialmente sviluppato per i test di sicurezza alimentare e poi adattato ad una gamma più ampia di campioni ambientali e clinici, inclusi tamponi, feci, latte e sangue.

Con il nuovo test è possibile avere una diagnosi entro 24 ore permettendo ai veterinari di ottenere risultati rapidamente e assicurarsi che non ci siano altri animali esposti alla Salmonella, o eventualmente di sottoporli a quarantena“, ha dichiarato Belinda Thompson, Assistente presso il Centro diagnostico per salute degli animali e autore senior.

Nelle strutture veterinarie il controllo della Salmonella è fondamentale perché gli animali possono spargere i batteri senza mostrare segni clinici della malattia“, ha spiegato Laura Goodman, Professore associato presso il Dipartimento di Medicina Popolare e Scienze diagnostiche e autore principale dello studio.

Il progetto finalizzato alla realizzazione del test è stato finanziato e sviluppato in collaborazione con il Network di laboratori di analisi veterinaria della Food and Drug Administration (FDA).

Fonte New Food Magazine