Nuovo progetto per migliorare la conoscenza dell’erisipela nei polli

EryPoP è il nome di un nuovo progetto avviato presso il Danish Centre for Food and Agricolture che mira a esaminare l’erisipela nei polli.
La malattia è nota, ma la conoscenza su come influisce sui polli è carente. Il nuovo progetto fornirà nuove informazioni che consentano la definizione di linee guida scientificamente fondate per prevenire future epidemie.

La conversione degli alloggiamenti destinati alle ovaiole, e quindi l’adozione delle gabbie arricchite, ha fatto riemergere l’erisipela in diversi paesi, con focolai di elevata mortalità in particolare negli allevamenti a voliera, free-range e biologici.

L’erisipela è una malattia acuta, molto frequente anche nei suini, che probabilmente causa artrite e notevoli perdite economiche negli allevamenti suinicoli ecologici. L’erisipela è difficile da evitare in particolare all’interno di sistemi di produzione rispettosi degli benessere degli animali. Inoltre, le infezioni da E. rhusiopathiae costituiscono un rischio professionale per l’uomo (zoonosi).

Anche se la malattia è nota, mancano le conoscenze di base fondamentali nei confronti dei polli. Quindi, in questo progetto saranno affrontati sul campo l’epidemiologia, le dinamiche dell’infezione e lo sviluppo dell’immunità del pollame e dei maiali, attraverso esperimenti sul campo e l’applicazione di un approccio multidisciplinare e transnazionale.

Il progetto ha cinque sotto obiettivi principali: definire le vie di trasmissione dell’E. rhusiopathiae mediante l’uso di epidemiologia molecolare; identificare i fattori di rischio per la diffusione delle epidemie; definire il ruolo dei cinghiali come potenziali fonti e veicoli dell’infezione; istituire un test per rilevare gli anticorpi anti E. rhusiopathiae nei polli; studiare la patogenesi e le risposte immunitarie alle infezioni da E. rhusiopathiae nei polli.

Per l’analisi saranno raccolti campioni e metadati da volatili da cortile, suini domestici e cinghiali in Svezia e in Italia. Sarà istituito un modello per le infezioni sperimentali nei polli da utilizzare poi negli studi sulle risposte immunitarie del polli nei confronti dell’E. rhusiopathiae. Questi studi forniranno informazioni di vitale importanza per lo sviluppo di metodi diagnostici e di miglioramento delle future misure di profilassi e dei vaccini.

Fonte The Poultry Site