Nuova soluzione di imballaggio per l’industria avicola statunitense

I trasformatori avicoli degli Stati Uniti, i principale produttore mondiale di carne di pollame, potranno beneficiare di una nuova soluzione di imballaggi per ridurre gli sprechi alimentari. Questa nuova confezione è stata progettata sia per aumentarne la praticità sia per estendere la shelf-life del prodotto, riducendo così il potenziale spreco di cibo.

Il nuovo packaging è stato sviluppato da Advanta. Secondo il portavoce aziendale Miguel Campos la soluzione rappresenta un’eccellente alternativa al confezionamento standard in atmosfera modificata standard (MAP). “Il pollame viene confezionato sottovuoto in una vaschetta di alluminio, eliminando l’ossigeno e quindi aumentando la durata di conservazione del prodotto refrigerato, talvolta fino al 300%. Dettaglianti e produttori optano sempre più per questo tipo di imballaggio perché una shelf life più lunga si traduce in una riduzione degli sprechi all’interno della catena di approvvigionamento“.

La nuova confezione consente al cliente di staccare la pellicola di plastica che circonda il pollame, che resta all’interno del proprio vassoio di alluminio, pronto per essere cucinato. “Spesso i consumatori non gradiscono toccare il cibo prima che sia cotto, e lo stesso avviene anche con la carne di pollo. Poter cucinare la propria carne direttamente nel vassoio in cui è contenuta rende la cottura un processo più semplice e comodo“.

Il nuovo vassoio in alluminio può resistere a temperature comprese tra -40 ° C e 400 ° C, restando intatto sia durante il congelamento che durante la cottura. Il vassoio è inoltre riciclabile al 100%, un’opzione più ecologica rispetto al tradizionale vassoio di plastica.

Fonte Poultry World