Nell’Unione europea sotto pressione i prezzi dei suini

Praticamente in tutta Europa, quasi senza eccezioni, il mercato europeo dei suini macellati sta registrando prezzi decrescenti.

Per ragioni stagionali, l’offerta europea di suini da macello è recentemente aumentata su base settimanale, mentre il commercio dei suini continua a funzionare a un ritmo più tranquillo. Alcune aziende di macellazione hanno sottolineato che la domanda interna è calma e anche la richiesta dall’estero tende ad essere stazionaria.

Di conseguenza, le quotazioni stanno scendendo e il prezzo diminuisce dai 3,5 centesimi della Francia ai 10 centesimi dei Paesi Bassi. A causa di questa forte diminuzione i Paesi Bassi hanno quotazioni inferiori anche alla Francia, mentre la quotazione tedesca è in linea con quella della Danimarca,

Anche dopo l’ultima riduzione dei prezzi di 6 centesimi, la quotazione spagnola continua ad essere la migliore (1,77 euro). Il calo delle quotazioni della Gran Bretagna è sulla stessa linea ed è causato delle fluttuazioni valutarie calcolate dallo standard ISN.

Dopo l’ultima diminuzione delle quotazioni, i partecipanti al mercato rimangono fortemente incerti. L’offerta di animali vivi è sempre molto elevata, e non può essere assorbita a breve termine.

Fonte The Pig Site