Nelle diete suine l’aggiunta di grassi può influenzare la digeribilità

Nelle diede destinate ai suini l’aggiunta di grassi aumenta il contenuto energetico, ma può anche influenzare la digeribilità dei nutrienti. Il dottor Hans H. Stein, professore di Scienze animali dell’Illinois, e un team di ricercatori, hanno studiato gli effetti sulla digeribilità minerale delle fonti di grassi con diverse concentrazioni di acidi grassi saturi e insaturi.

Nei suini, l’aggiunta alla dieta di olio di soia non riduce la digeribilità del calcio. Tuttavia, alcuni studi effettuati sui maiali e sugli esseri umani hanno permesso di osservare la formazione di complessi di calcio-grassi non digeribili. Questi studi hanno utilizzato grassi che erano più saturi rispetto all’olio di soia“.

Pertanto, Stein e il suo team hanno cercato di determinare l’effetto delle relative concentrazioni di grassi saturi (SFA), monoinsaturi (MUFA) e di acidi grassi polinsaturi (PUFA) sulla digeribilità apparente totale del tratto intestinale (ATTD) dei minerali presenti nelle diete destinate ai maiali.

Sono state testate cinque fonti di grassi supplementari. Olio di soia e olio di mais contenevano circa il 15% di SFA, il 26% di acidi grassi monoinsaturi, e il 57% di PUFA. Olio di palma e sego contenevano circa il 46% di SFA, il 42% di acidi grassi monoinsaturi, e il 6% du PUFA. La fonte finale di grassi, grasso bianco, conteneva il 39% di SFA, il 43% di acidi grassi monoinsaturi, e il 13% di PUFA.

Rispetto ai maiali alimentati con diete che non contenevano grasso bianco o grassi aggiunti, nei suini alimentati con diete contenenti olio di soia, olio di mais, olio di palma, o di sego è aumentata l’ATTD di calcio, fosforo e zolfo. L’aggiunta di grassi non ha influenzato la ATTD di potassio, manganese, sodio e zinco, anche se c’è stata una tendenza ad una maggiore digeribilità del magnesio nei suini alimentati con diete contenenti olio di soia o olio di mais, rispetto ai maiali alimentati con diete contenenti sego o grasso bianco.

La conclusione di questo esperimento è che i produttori, nelle diete dei suini, possono aggiungere grassi, siano essi saturi o insaturi, senza creare una riduzione della digeribilità del calcio o di altri minerali” spiega Stein. “Tuttavia, per il grasso bianco, si è registrato un livello di ossidazione e questo può risurre la digeribilità minerale”.

Fonte The Pig Site