Negli USA un piano per la difesa degli animali dalle malattie

Il presidente della National Turkey Federation, Carl Wittenburg, ha sostenuto la protezione dei 441 miliardi di dollari dedicati al pollame e al bestiame, destinati all’Animal Pest and Disease Prevention Programme e alla Foot and Mouth Vaccine Bank che hanno come scopo limitare l’impatto delle malattie “straniere” sugli animali e sui produttori statunitensi.

Nel corso di un intervento alla Sottocommissione per l’Agricoltura e l’Allevamento della camera, Wittenburg, un allevatore di tacchini del North Dakota, ha avvertito che la recente epidemia di influenza aviaria ribadisce il concetto che il rischio è sempre in agguato.

Come partner dell’Animal Ag Coalition, che rappresenta tutti gli aspetti della produzione animale speriamo di sviluppare il concetto che anche solo un’oncia di prevenzione vale una libbra di cura e i finanziamenti devono essere finalizzati alla limitazione delle malattie di questo tipo sul nostro territorio. I recenti focolai hanno insegnato molto all’industria avicola del paese, e il modo in cui abbiamo contenuto rapidamente i recenti focolai di HPAI indica che il settore sta applicando le lezioni imparate, per ridurre le probabilità di una futura epidemia. Tuttavia, la strada è ancora lunga e il settore avrà bisogno di un sostegno costante da parte del Congresso per aiutare il Servizio ispettivo per la salute degli animali e delle piante (APHIS) dell’USDA a ridurre gli impatti a lungo termine”.

Wittenburg ha sottolineato il costo economico derivante dalla perdita di produzione e dagli interventi necessari a contenere i focolai, Secondo l’APHIS nel 2015 i focolai di influenza aviaria sono costati ai contribuenti circa 1 miliardo di dollari  in termini di risposta, pulizia e indennizzo. I costi non includono la sospensione delle esportazioni, la carenza di prodotto e il conseguente aumento dei prezzi.

Fonte The Poultry Site