Negli USA in aumento le vendite di pollame biologico

Negli Stati Uniti sembra inarrestabile la crescita dalle vendite di pollame biologico. Tanto che il fornitore di pollo della Whole Foods, Bell and Evans ha appena annunciato la costruzione di un nuovo impianto destinato proprio a questa produzione. L’obiettivo è triplicare la produzione totale, dato che il nuovo impianto di 560.000 piedi quadrati, potrà elaborare 2,6 milioni di capi alla settimana; l’apertura è prevista per i primi mesi del 2020.

Secondo i dati pubblicati a fine settembre dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), lo scorso anno si è registrato un aumento del 78% delle vendite di broiler biologici, che ha portato il mercato a 750 milioni di dollari, facendolo diventare il più grande mercato in crescita nel settore biologico. Le vendite di uova sono invece aumentate dell’11% fino a 816 milioni di dollari.

Oltre ad un maggior investimento sulla produzione biologica, la società Bell and Evans sta pensando di passare a una razza di pollame a crescita più lenta, la Klassenbester, conversione che sarà completata entro la fine del 2018. Si tratta della prima azienda statunitense a convertirsi completamente a questo tipo di allevamento. I polli Klassenbester raggiungono un peso medio di 5,6 libbre in 47-50 giorni, estendendo il ciclo di crescita del 15%.

Fonte Poultry World