Se è vegano non è un uovo

Ha l’aspetto e le caratteristiche organolettiche di un uovo sodo di gallina, ma è interamente prodotto con ingredienti di origine vegetale. il cosiddetto “uovo vegano”, brevetto numero 100 targato Università di Udine, si presenta come un prodotto pronto al consumo, adatto a chi segue una dieta vegana, ed è privo di colesterolo e glutine. Lo hanno inventato quattro studentesse del corso di laurea magistrale in Scienze e tecnologie alimentari dell’ateneo friulano.

Il prodotto, si legge in una nota dell’ateneo, è interamente costituito da ingredienti di origine naturale e vegetale, per lo più proteici, in particolare farine di diversi legumi, olii vegetali, un gelificante e un sale speciale. È un manufatto refrigerato, pronto al consumo, da mangiare in insalata o in abbinamento a diverse salse.

Appena uscita la notizia non si è fatta attendere la dichiarazione di Coldiretti che sottolinea come sia opportuno in questi casi rispettare il recente pronunciamento della Corte di Giustizia europea secondo il quale “i prodotti puramente vegetali non possono, in linea di principio, essere commercializzati con denominazioni, come ‘latte’, ‘crema di latte’ o ‘panna’, ‘burro’, ‘formaggio’ e ‘yogurt’, che il diritto dell’Unione riserva ai prodotti di origine animale” anche ove “tali denominazioni siano completate da indicazioni esplicative o descrittive che indicano l’origine vegetale del prodotto in questione“.

Non è quindi possibile chiamare questo prodotto uovo “per non creare confusione e ingannare i consumatori sulle sue reali caratteristiche”. ll prodotto, infatti “ha l’aspetto e le caratteristiche organolettiche di un uovo sodo di gallina, ma è interamente prodotto con ingredienti di origine vegetale” e pertanto, come appena riportato “non possono essere chiamati con nomi di alimenti di origine animale per difendere dall’inganno il 7,6% di italiani che segue questo tipo di dieta“.

Fonte EFA News