Modifiche alle misure di protezione contro la peste suina africana in alcuni Stati Membri

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 334 del 9 dicembre 2016 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (UE) 2016/2218 della Commissione, del 7 dicembre 2016, che modifica l’allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE recante misure di protezione contro la peste suina africana in taluni Stati membri [notificata con il numero C(2016) 7836].

Nell’ottobre 2016 si è verificato un numero ridotto di casi di peste suina africana nei cinghiali nella città di JŚrmala e nel comune di Dundagas in Lettonia, due zone che attualmente figurano nella parte I dell’allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE. Queesti casi costituiscono un aumento del livello di rischio che deve essere preso in considerazione.

Nello stesso mese si sono verificati due casi di peste suina africana nei cinghiali nelle province polacche di Biaija Podlaska e di Biaijystok in Polonia, zone che attualmente figurano nell’allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE, nelle strette vicinanze delle zone che figurano nella parte I dello stesso.

Da settembre 2015 non sono stati notificati focolai di peste suina africana nei suini domestici in alcune zone della Lettonia e della Lituania che figurano nella parte III dell’allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE. Il controllo delle misure di biosicurezza nelle aziende di tali zone è stato inoltre attuato in maniera soddisfacente in base al programma nazionale per la biosicurezza volto a prevenire la propagazione della peste suina africana. Questi dati indicano un miglioramento della situazione epidemiologica.

Questa evoluzione della situazione epidemiologica deve essere tenuta in considerazione nella valutazione dei rischi zoosanitari in Lettonia, Lituania e Polonia. Pertanto l’allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE è sostituito dal testo che figura nell’allegato della presente decisione.