Modifiche alle misure di protezione contro i focolai di influenza aviaria

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 342 del 16 dicembre 2016 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (UE) 2016/2279 della Commissione del 15 dicembre 2016 che modifica l’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2016/2122 relativa a misure di protezione contro i focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N8 in alcuni Stati membri.

In seguito alla comparsa di ulteriori focolai di influenza aviaria del sottotipo H5N8 in Germania, in Ungheria e nei Paesi Bassi, nonché alla comparsa di focolai di tale malattia in Francia e in Polonia, l’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2016/2122 è stato modificato dalla decisione di esecuzione (UE) 2016/2219 per correggere le zone elencate nell’allegato della prima decisione, tenendo conto della nuova situazione epidemiologica dell’Unione e dell’istituzione di nuove zone di protezione e sorveglianza da parte delle autorità competenti di tali Stati membri in conformità della direttiva 2005/94/CE.

Dalla data delle modifiche apportate la Germania ha notificato alla Commissione la comparsa di un focolaio di influenza aviaria del sottotipo H5N8 in un’azienda dove sono tenuti volatili in cattività, situata al di fuori delle zone attualmente elencate nell’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2016/2122, e ha adottato le misure necessarie, compresa l’istituzione di zone di protezione e sorveglianza intorno a tale focolaio. Inoltre dalla data delle modifiche apportate alla decisione di esecuzione (UE) 2016/2122 dalla decisione di esecuzione (UE) 2016/2219 la Francia ha notificato alla Commissione la comparsa di ulteriori focolai di influenza aviaria del sottotipo H5N8 in aziende situate al di fuori delle zone attualmente elencate nell’allegato suddetto, e ha adottato le misure necessarie, compresa l’istituzione di zone di protezione e sorveglianza intorno a tali focolai

Anche l’Ungheria ha notificato alla Commissione la comparsa di ulteriori focolai di influenza aviaria H5N8 sul suo territorio e quindi è necessario estendere le zone attualmente istituite da tale Stato membro come zone di protezione e sorveglianza in conformità della direttiva 2005/94/CE.
Per questo l’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2016/2122 è modificato conformemente all’allegato della presente decisione.