Misure di protezione contro l’aviaria nei Paesi Bassi e in Svezia

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 321 del 29 novembre 2016 sono state pubblicate due Decisioni relative alle misure di protezione contro l’influenza aviaria in Centro e Nord Europa.

Sia Svezia che Paesi Bassi hanno notificato alla Commissione la comparsa di due focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N8 in due aziende dei due paesi, in cui sono tenuti pollame o altri volatili in cattività, e hanno immediatamente adottato le misure necessarie prescritte dalla direttiva 2005/94/CE, compresa l’istituzione di zone di protezione e sorveglianza.

L’articolo 1 della Decisione di esecuzione (UE) 2016/2085 della Commissione, del 28 novembre 2016, stabilisce che i Paesi Bassi garantiscono che le zone di protezione e di sorveglianza istituite in conformità dell’articolo 16, paragrafo 1, della direttiva 2005/94/CE comprendano perlomeno le aree elencate nelle parti A e B dell’allegato della presente decisione.

L’articolo 1 della Decisione di esecuzione (UE) 2016/2086 della Commissione, del 28 novembre 2016, stabilisce che la Svezia garantisce che le zone di protezione e di sorveglianza istituite in conformità dell’articolo 16, paragrafo 1, della direttiva 2005/94/CE comprendano perlomeno le aree elencate nelle parti A e B dell’allegato della suddetta decisione.

Entrambe le decisioni si applicano fino al 31 dicembre 2016.