Misure di protezione contro l’aviaria H5N8 in alcuni Stati membri

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 329 del 3 dicembre 2016 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (UE) 2016/2122 della Commissione, del 2 dicembre 2016, relativa a misure di protezione contro i focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N8 in alcuni Stati membri [notificata con il numero C(2016) 8158].

La presente decisione stabilisce, a livello di Unione, le zone di protezione e sorveglianza che devono essere istituite dagli Stati membri elencati nell’allegato della presente decisione (“gli Stati membri interessati”) in seguito alla comparsa di uno o più focolai di influenza aviaria causata dal virus dell’influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N8 nel pollame o nei volatili in cattività in conformità dell’articolo 16, paragrafo 1, della direttiva 2005/94/CE nonché la durata delle misure da applicarsi in conformità dell’articolo 29, paragrafo 1, e dell’articolo 31 della direttiva 2005/94/CE.

Gli Stati membri interessati devono garantire che:
a) le zone di protezione istituite dalle loro autorità competenti in conformità dell’articolo 16, paragrafo 1, lettera a), della direttiva 2005/94/CE comprendano perlomeno le zone elencate come zone di protezione nella parte A dell’allegato della presente decisione;
b) le misure da applicarsi nelle zone di protezione, come stabilito all’articolo 29, paragrafo 1, della direttiva 2005/94/CE, siano mantenute perlomeno fino alle date fissate per le zone di protezione indicate nella parte A dell’allegato della presente decisione.

Gli Stati membri interessati devono garantire che:
a) le zone di sorveglianza istituite dalle loro autorità competenti in conformità dell’articolo 16, paragrafo 1, lettera b) della direttiva 2005/94/CE comprendano perlomeno le zone elencate come zone di sorveglianza nella parte B dell’allegato della presente decisione; b) le misure da applicarsi nelle zone di sorveglianza, come stabilito all’articolo 31, della direttiva 2005/94/CE, siano mantenute perlomeno fino alle date fissate per le zone di sorveglianza indicate nella parte B dell’allegato della presente decisione.

Le decisioni di esecuzione (UE) 2016/1968, (UE) 2016/2011, (UE) 2016/2012, (UE) 2016/2065, (UE) 2016/2085 e (UE) 2016/2086 sono abrogate.

La presente decisione si applica fino al 31 maggio 2017.