Macron: mai visto un allevatore felice di avere animali malati

Se c’è una figura a cui importa il benessere animale è l’allevatore, non chi fa parte di associazioni che stanno dentro ad uffici’.

Nel programma di Emmanuel Macron, Presidente della Repubblica francese dal 7 maggio scorso, figura un piano di trasformazione agricola di 5 miliardi di euro per finanziare progetti di modernizzazione ad impatto positivo sull’ambiente e sul benessere animale, privilegiando la filiera corta.

Durante la campagna elettorale il neo Presidente francese ha parlato anche di benessere animale, rivendicandone la titolarità in capo agli allevatori e non ai protezionisti.Non ho mai conosciuto un allevatore che era felice di avere animali malati e se c’è c’è qualcuno infelice quando c’è un problema di benessere degli animali, è l’allevatore. E’ lui il primo a dispiacersi quando un animale muore. Non la gente di associazioni che stanno dentro ad uffici“, ha detto Macron, precisando che manterrà il divieto di colture OGM in campo, a favore del mantenimento di una legislazione sugli OGM a livello europeo, con la possibilità di una clausola di salvaguardia a livello nazionale.

Svilupperemo le alternative per l’alimentazione animale e studieremo la possibilità di un divieto di OGM negli alimenti per animali“, ha aggiunto.

Fonte AnmviOggi