L’utilizzo del bisfenolo A negli oggetti a contatti con i prodotti alimentari

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 41 del 14 febbraio 2018 è stato pubblicato il Regolamento (UE) 2018/213 della Commissione, del 12 febbraio 2018, relativo all’utilizzo del bisfenolo A in vernici e rivestimenti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari e che modifica il regolamento (UE) n. 10/2011 per quanto riguarda l’utilizzo di tale sostanza nei materiali di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari.

La sostanza 2,2-bis(4-idrossifenil)propano (n. CAS 0000080-05-7), comunemente nota come bisfenolo A (BPA), è utilizzata nella produzione di determinati materiali e oggetti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari, quali il policarbonato e le resine epossidiche utilizzate nelle vernici e nei rivestimenti. Il BPA può migrare nei prodotti alimentari dal materiale o dall’oggetto con cui è in contatto, causando l’esposizione al BPA dei consumatori di tali prodotti alimentari.

L’utilizzo del BPA come monomero nella produzione di materiali e oggetti di materia plastica è autorizzato dal regolamento (UE) n. 10/2011 della Commissione. L’autorizzazione è soggetta ad un limite di migrazione specifica (LMS) di 0,6 mg di BPA per kg di prodotto alimentare (mg/kg) in base a una precedente valutazione del comitato scientifico dell’alimentazione umana.

L’Efsa ha riesaminato le informazioni scientifiche e aggiornato il proprio parere sul BPA nel 2006, nel 2008, nel 2010  e nel 2011. L’utilizzo di tale sostanza è vietato per la fabbricazione di biberon di policarbonato per lattanti in base al principio di precauzione. Dopo la pubblicazione del parere scientifico sul BPA nel 2011, l’Efsa ha osservato che si imponeva un aggiornamento della valutazione dell’esposizione, risalente al parere del 2006, alla luce di nuovi dati e che occorreva esaminare anche la rilevanza dell’esposizione alimentare nel contesto dell’esposizione per altre vie. L’Autorità ha deciso di intraprendere una valutazione completa ex novo del BPA in base ai dati scientifici più recenti

Per tale motivo è stato richiesto un’aggiornamento delle definizioni e delle basi normative stabilite dal regolamento in esame che entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e si applica a decorrere dal 6 settembre 2018.