L’USDA abbassa le previsioni 2018 per la produzione di broiler e tacchini

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) ha rivisto al ribasso le sue proiezioni sulla produzione 2018 di polli e tacchini.

Nel suo rapporto WASDE (World Agricultural Supply and Demand Estimates), pubblicato lo scorso 10 aprile, ha infatti ridimensionato le proiezioni fatte nel rapporto WASDE di marzo, basando queste nuove stime sui recenti dati di incubazione.

Nel rapporto WASDE di aprile, l’USDA quindi prevede una produzione 2018 di polli da carne pari a 42,35 miliardi di libbre, un calo rispetto alla proiezione di 42,6 miliardi del precedente rapporto. Sempre secondo il rapporto, tuttavia, i dati sulla produzione di broiler per il 2016 e il 2017, erano rispettivamente di 40,7 miliardi e 41,67 miliardi di libbre.

Per quanto riguarda invece la produzione di tacchini l’USDA ha previsto 5,95 miliardi di sterline libbre, stima inferiore rispetto ai 5,98 miliardi di libbre previste nel rapporto WASDE di marzo. Se questa previsione sarà confermata, la produzione annuale di tacchini sarà inferiore ai livelli raggiunti nel 2016 e nel 2017, anni in cui erano stati raggiunti i 5,98 miliardi di libbre.

Per i prezzi dei broiler, invece, il rapporto USDA prevede un aumento: la forte domanda registrata nel primo trimestre di quest’anno dovrebbe mantenersi costante anche nei trimestri successivi: si prevedono quindi 93-98 centesimi per libbra, rispetto alle stime di marzo di 89-94 centesimi per libbra

I prezzi dei tacchini restano in diminuzione dato che la ripresa della domanda è ancora piuttosto lenta. Le stime di aprile parlano di 82-86 centesimi per libbra, in calo rispetto ai 86-91 centesimi per libbra indicati nel rapporto di marzo.

Fonte WattAgNet