Livelli di stress ridotti grazie ad una alimentazione con estratti vegetali

I moderni sistemi di allevamento intensivi,  possono esporre i suini a vari fattori di stress, ai quali gli animali devono essere in grado di adattarsi e rispondere. Per la riduzione dello stress alcuni studi hanno permesso di dimostrare l’efficacia di un’alimentazione a base di estratti vegetali. In un articolo pubblicato su PigProgress.net, alcuni ricercatori hanno esplorato la possibilità di ridurre i livelli di stress e la diffusione di Salmonella nei suini, grazie a un’alimentazione a base di estratti vegetali, in particolare una specie di papavero (Macleaya cordata).

Gli alcaloidi isochinolinici (IQ), tra cui gli alcaloidi benzofenantridinici (QBA) e la protopina (PA) sono i componenti biologicamente attivi di questa pianta. Questo gruppo di IQ sono ampiamente utilizzati in Nord America, Europa e Cina grazie alle loro proprietà fisiologiche, compresi effetti anti-infiammatori e antibatterici.

Nell’articolo, vengono illustrati numerosi studi, e molti di questi hanno dimostrato che gli animali nutriti con IQ hanno migliorato l’assunzione di cibo e le prestazioni. Questi alcaloidi hanno il potenziale di regolare l’infiammazione intestinale, supportando in tal modo una migliore barriera intestinale e mitigando gli effetti negativi dello stress.

Presso la Ohio State University sono stati anche valutati gli effetti di una supplementazione di IQ nei maiali in fase di finitura, in particolare in relazione allo stress causato dal trasporto; sono poi stati considerati i potenziali benefici in materia di sicurezza alimentare. I risultati hanno mostrato una significativa correlazione positiva tra il cortisolo salivare e la diffusione della Salmonella nei gruppi sottoposti al trasporto verso il macello.

Fonte The Poultry Site