L’istituzione delle Commissioni Uniche Nazionali

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 128 del 5 giugno 2017 è stato pubblicato il Decreto del MIPAAF 31 marzo 2017, n. 72 recante disposizioni concernenti l’istituzione e le sedi delle Commissioni Uniche Nazionali (C.U.N.) per le filiere maggiormente rappresentative del sistema agricolo-alimentare, in attuazione dell’articolo 6-bis, comma 1, del decreto-legge 5 maggio 2015, n. 51 convertito, con modificazioni, dalla legge 2 luglio 2015, n. 91.

Il presente decreto disciplina le modalità applicative delle disposizioni concernenti l’istituzione e le sedi delle Commissioni Uniche Nazionali per le filiere maggiormente rappresentative del sistema agricolo-alimentare, in linea con gli orientamenti dell’Unione europea in materia di organizzazione comune dei mercati.

Le C.U.N. hanno il compito di formulare, in modo regolamentato e trasparente, la tendenza di mercato ed i relativi prezzi indicativi dei prodotti agricoli, agroalimentari ed ittici, a livello nazionale, che possono essere utilizzati dagli operatori commerciali quale riferimento nei contratti di compravendita e di cessione stipulati ai sensi della normativa vigente.

I commissari delle C.U.N. analizzano i report informativi, e singolarmente compilano e sottoscrivono una specifica scheda di mercato contenente la tendenza di mercato e i relativi prezzi indicativi supportati da una sintetica motivazione. La condivisione e l’analisi di suddette schede di mercato e il successivo confronto regolamentato tra i commissari sono propedeutici alla formulazione della tendenza di mercato e dei relativi prezzi indicativi.

Le borse merci, le sale di contrattazione e/o le Commissioni prezzi sospendono le autonome rilevazioni dei prezzi per le categorie
merceologiche oggetto dell’attività delle C.U.N.. Dal momento della sospensione delle rilevazioni le borse merci, le sale di contrattazione e
le commissioni prezzi, pubblicano i prezzi indicativi formulati dalle corrispondenti C.U.N..

Qualora si rilevi che le C.U.N. istituite non rispondano più alle loro finalità il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, di concerto con il Ministero dello sviluppo economico, provvede alla loro revoca con motivato decreto direttoriale, sentite le organizzazioni professionali e le associazioni di categoria.

Le C.U.N. attualmente operanti continuano a svolgere la propria attività secondo il regolamento di funzionamento in essere sino
all’emanazione dei rispettivi decreti direttoriali

Il presente decreto entra in vigore il 20 giugno 2017