L’industria avicola statunitense conta oltre un milione e mezzo di posti di lavoro

La US Poultry & Egg Association (USPOULTRY), il National Chicken Council, la National Turkey Federation e la United Egg Producers hanno pubblicato uno studio aggiornato sull’impatto economico del settore avicolo, evidenziandone gli aspetti positivi in particolare per quanto riguarda posti di lavoro, salari, entrate fiscali.

Come parte dinamica e integrata dell’economia nazionale, l’industria avicola statunitense fornisce infatti 1.682.269 posti di lavoro, un monte salari di 96 miliardi di dollari, produce un’attività economica di oltre 441 miliardi di dollari, e contribuisce per circa 34 miliardi alle entrate governative.

In particolare l’industria del pollo fornisce circa 1,2 milioni di posti di lavoro, 68 miliardi di dollari di salario, un’attività economica di 313 miliardi di dollari e 24,14 miliardi di dollari di entrate del governo. Il settore del tacchino impiega 374 mila persone, cui vengono distribuiti 21,3 miliardi di dollari, prduce 97 miliardi di dolari e fa entrare nelle tasche dello stato 7,5 miliardi di dollari. Sono 81 mila gli impiegati nel settore delle uova, cui vengono corrisposti circa 5 miliardi di salari, produce 22,77 miliardi di dollari, e 1,78 miliardi di dollari di entrate fiscali.

Siamo lieti di poter fornire questo prezioso aiuto a tutta l’industria, dimostrando il positivo impatto economico che il settore avicolo ha sia sulla comunità che su tutta la nazione” ha dichiarato John Starkey, presidente della USPOULTRY.

Fonte The Pig Site