L’industria avicola americana pervasa dall’ottimismo

Grazie ad un sostanziale equilibrio tra domanda e offerta, e il basso costo delle forniture di mais destinate ai mangimi, i produttori avicoli americani prevedono una produzione in espansione e redditizia; continua quindi a confermare il suo Indice di fiducia (Poultry Confidence Index-PCI) che da tre anni è al di sopra dei livelli base. Inoltre, rispetto al secondo quadrimestre 2017, sono anche migliorati alcuni parametri.

L’indice globale relativo al terzo trimestre 2017, è pari a 140,1, rispetto al 133,8 del secondo. L’indice di apprezzamento della situazione attuale si è mantenuto costante a 170,9 (rispetto al 171,0 dell trimestre precedente), mentre l’indice relativo alle aspettative è salito a 119,5 (109 nel trimestre precedente).

L’entusiasmo deriva in particolare dalle aspettative di un aumento del profitto. Oltre ad un incremento della produzione, gli intervistati hanno confermato innanzitutto una crescita generale dell’economia statunitense, oltre all’assenza di focolai di influenza aviaria. Altri fattori favorevoli includono la disponibilità di “cereali a buon mercato” e il fatto che la produzione è allineata con la domanda da parte dei consumatori. Le preoccupazioni relative al secondo trimestre del 2017, legate ad una potenziale diminuzione dei profitti dovuta a una produzione più elevata e ad una maggiore concorrenza, si sono notevolmente attenuate: gli intervistati che sottolineano questo aspetto sono risultati infatti inferiori rispetto alla rilevazione precedente.

Anche la recente rilevazione dell’Indice di fiducia dei consumatori (Consumer Confidence Index-CCI) ha mostrato un miglioramento delle aspettative in merito all’economia generale. In base all’analisi del CCI “la valutazione dei consumatori delle attuali condizioni è rimasta alta, e le aspettative in termini di prospettive a breve termine sono migliorate dopo il rallentamento registrato nel mese scorso. In generale, i consumatori prevedono che l’attuale espansione economica continuerà anche nella seconda metà dell’anno“.

Fonte WattAgNet