L’importanza del commercio internazionale per migliorare la situazione dei mercati agricoli europei

Nel corso di un incontro con la Commissaria europea per il commercio Cecilia Malmström, i Presidenti del Copa e della Cogeca hanno sottolineato l’importanza del commercio per migliorare la situazione critica dei mercati agricoli europei, evidenziando la necessità di concludere, nei prossimi sei mesi, un accordo di libero scambio con il Giappone.

Intervenendo a Bruxelles il Presidente del Copa, Martin Merrild, ha dichiarato: “Stiamo iniziando a vedere un recupero nella situazione dei mercati europei lattiero-caseari e della carne suina che tuttavia restano in una situazione fragile. Sarà necessario altro tempo prima che i produttori possano riprendersi dalle perdite subite in questa ultima crisi. Il recupero è dovuto in parte all’aumento della domanda cinese e dal successo della Commissione nella ricerca di nuovi mercati di esportazione. Gli accordi di libero scambio con il Giappone, il Messico e l’Indonesia potrebbero essere vantaggiosi per il mercato europeo. Esortiamo quindi l’Ue a raggiungere un accordo di libero scambio con il Giappone nei prossimi sei mesi poiché si tratta del nostro secondo maggiore mercato di esportazione per la carne suina“.

Il Presidente della Cogeca, Thomas Magnusson, ha evidenziato l’importanza del commercio per le cooperative agricole. “Nell’Unione europea abbiamo buoni prodotti di qualità e i consumatori fuori dall’UE possono beneficiarne. Abbiamo avuto una situazione negativa nei mercati agricoli europei, alimentata dagli squilibri commerciali, ed è importante per gli agricoltori far parte di cooperative forti, per trovare nuovi sbocchi commerciali ed ottenere prezzi migliori“.

Tuttavia, ha avvisato Magnusson, il Copa e la Cogeca sono preoccupati da un eventuale accordo di libero scambio con il blocco commerciale dei paesi dell’America latina, il Mercosur, che potrebbe avere un impatto catastrofico in particolare sui settori europei della carne bovina e del pollame.

Cecilia Malmström ha promesso di prendere in considerazione le inquietudini del Copa e della Cogeca indicando che in autunno dovrebbe essere pubblicato uno studio dell’impatto cumulativo degli accordi sul commercio europeo.

Fonte Copa-Cogeca