Le tabelle unionali di classificazione delle carcasse dei suini

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 171 del 4 luglio 2017 è stato pubblicato il Regolamento delegato (UE) 2017/1182 della Commissione, del 20 aprile 2017, che integra il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le tabelle unionali di classificazione delle carcasse di bovini, suini e ovini e la comunicazione dei prezzi di mercato di talune categorie di carcasse e di animali vivi.

Per quanto riguarda la classificazione delle carcasse di suino gli Stati membri possono suddividere ulteriormente in sottoclassi le classi di carcasse di suino di cui all’allegato IV, parte B, punto II, del regolamento (UE) n. 1308/2013. Ai fini della determinazione del valore commerciale delle carcasse di suino, gli Stati membri possono autorizzare ulteriori criteri di valutazione, oltre a quelli relativi al peso e alla percentuale stimata di carne magra di cui all’allegato IV, parte B, punto II, del regolamento (UE) n. 1308/2013.

La classificazione è effettuata nel macello al momento della determinazione del peso della carcassa a caldo. La Commissione può autorizzare la classificazione prima della pesatura ai sensi dell’articolo 11 del presente regolamento se richiesto da taluni metodi di classificazione utilizzati nel territorio di uno Stato membro. La marchiatura delle carcasse è effettuata al momento della classificazione ed è effettuata per mezzo di un timbro o di un’etichetta che devono riportare alcuni parametri ed elementi minimi indicati nel presente regolamento.

Il Capo II del Regolamento in esame indica le disposizioni relative alla comunicazione dei prezzi di mercato per le carcasse e gli animali vivi (regolamento di esecuzione (UE) 2017/1184).

Inoltre è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2017/1184 della Commissione, del 20 aprile 2017, recante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le tabelle unionali di classificazione delle carcasse di bovini, suini e ovini e la comunicazione dei prezzi di mercato di talune categorie di carcasse e di animali vivi.

Nel Capo I del Regolamento vengono indicate le disposizioni relative alla Classificazione delle carcasse e dei controlli in loco. I macelli, le agenzie responsabili della classificazione o gli addetti qualificati di cui all’articolo 9, paragrafo 1, lettera a), del suddetto regolamento delegato (UE) 2017/1182 che effettuano la classificazione in base all’allegato IV, parte A, punti II e III, parte B, punto II, e parte C, punti II e III, del regolamento (UE) n. 1308/2013 comunicano al fornitore dei capi i risultati della classificazione. Tale comunicazione è effettuata su supporto cartaceo o per via elettronica e, per ogni carcassa.

I controlli in loco sono effettuati in tutti i macelli che applicano la classificazione delle carcasse obbligatoria di cui all’articolo 10, primo comma, del regolamento (UE) n. 1308/2013.

Qualora in uno Stato membro si proceda a una valutazione dei rischi per definire i requisiti minimi per i controlli in loco, la frequenza di tali controlli e il numero minimo delle carcasse da controllare sono stabiliti sulla base di detta valutazione dei rischi, tenendo conto in particolare del numero dei capi abbattuti nei macelli considerati e delle risultanze dei precedenti controlli in loco in tali macelli.

Nel Capo II vengono riportate le indicazioni normative relative alla rilevazione e comunicazione dei prezzi di mercato per le carvasse e agli animali vivi.

Entrambi i regolamenti entrano in vigore il settimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e si applicano a decorrere dall’11 luglio 2018.