Le raccomandazioni contro il beccaggio delle piume sono in linea con le ricerche scientifiche?

Nelle galline ovaiole il beccaggio delle piume, nonostante il gran numero di ricerche effettuate in proposito e le crescenti attenzioni da parte degli allevatori, continua ad essere un problema importante per il benessere animale.

Uno studio pubblicato su Applied Animal Behaviour, realizzato dal Dipartimento comportamento animale dell’Università di Kassel in Germania, ha fornito una panoramica sui risultati degli studi epidemiologici e sperimentali effettuati in proposito.

Il gruppo di ricerca ha incluso nella ricerca anche i sistemi fuori gabbia, sia per l’allevamento che per la deposizione. I fattori di analisi sono stati classificati all’interno di una graduatoria che prevedeva provebuone”, “controverse” o “inesistenti“, in merito agli effetti preventivi del feather pecking (FP). Inoltre i ricercatori hanno cercato di sapere in che misura le raccomandazioni suggerite agli allevatori fossero basatesu queste prove scientifiche.

Da 88 studi sperimentali e 21 studi epidemiologici sono stati estratti 62 potenziali fattori preventivi: 17 fattori collegati alla fase di allevamento e 32 alla fase di deposizione hanno influenzato significativamente il rischio di sviluppare FP o creare danni al piumaggio (PD). Successivamente i fattori sono stati considerati significativi solo nel caso in cui nessun altro studio, o al massimo uno, non aveva individuato alcun risultato opposto.

I fattori confermati da più di uno studio (senza alcuna controversia, o al massimo una), sono stati 7 per l’allevamento e 16 per la deposizione. La presenza di lettiere asciutte e di posatoi sufficientemente alti durante l’allevamento, e la stesura o un elevato utilizzo dell’area di copertura libera durante la fase di deposizione sono stati tra questi fattori di influenza.  Nelle 15 raccomandazioni revisionate, quasi tutti questi fattori sono stati presi in considerazione; tuttavia nessuna raccomandazione prendeva in considerazione tutti i fattori contemporaneamente, e la maggior parte di esse non arrivava neanche alla metà. Ciò lascia ampio margine di miglioramento delle raccomandazioni.

Fonte Applied Animal Behaviour